TARTUFI

Tartufi,delicati tesori sotterranei

I tartufi, per chi non lo sapesse, sono funghi ipogei, funghi che si sviluppano nel sottosuolo del bosco. Il tartufo appartiene al genere Tuber e appartiene alla famiglia delle Tuberaceae. Delicati frutti della terra, i tartufi non si sviluppano ovunque, ma solo in alcuni terreni che presentano caratteristiche ben precise.

Fino a non molto tempo fa, in pochi conoscevano le potenzialità tartufigene di Calabria e Basilicata. In Basilicata l’area più interessante è la provincia di Potenza, mentre in Calabria è la provincia di Cosenza. Particolarmente importante per la raccolta del tartufo è inoltre la zona tra il Massiccio del Pollino e la Sila.

Nei boschi collinari si rinvengono solitamente varietà di tartufo, quali Scorzone, Uncinato, Mesenterico e Nero Pregiato; mentre nelle valli, più fresche ed umide, il Tartufo Bianco Pregiato si trova in buone quantità, nella zona del Metapontino a livello del mare si rintraccia spesso la varietà Bianchetto.

Tutte le varietà rinvenute tra Calabria e Basilicata vantano ottime proprietà organolettiche, come analisi di laboratorio possono confermare, non avendo quindi nulla da invidiare al rinomato tartufo d’Alba.